width=

 width=

 width=

 width=

 width=

<<
||
>>

A rischio prestito ai super pensionati INPDAP l'attivo (2 miliardi) del fondo pensioni dello spettacolo

 width=

Così mentre ci sono soggetti che vorrebbero, nella ricerca della tutela dei loro interessi, mobilitare gli artisti, interpreti, esecutori, musicisti e operatori dello spettacolo, attorno ai soli diritti connessi - per circa 60 milioni di euro l’anno si è detto - nessuno si occupa di ben altro e ben più consistente e, sono a rischio prestito, ai già super pensionati dipendenti pubblici INPDAP, mentre le ridicole pensioni dei titolari del fondo, i lavoratori dello spettacolo e sport professionistico, garantiscono la "fame", sottolineo non la "fama" ma la "fame vera".

 

CIRCA DUE MILIARDI DI EURO DEL FONDO PENSIONI LAVORATORI DELLO SPETTACOLO

 

 

 Lo facciamo noi, da sempre attenti alle questioni che riguardano gli interessi di tutto il settore e, in questo caso chiediamo veramente a tutti di schierarsi e magari predisporci per una

GRANDE MANIFESTAZIONE NAZIONALE CHE POTREBBE SVOLGERSI IN OCCASIONE DEL PROSSIMO 21 GIUGNO FESTA INTERNAZIONALE DELLA MUSICA.
E' una proposta....valutiamola.

 


Intanto comunque abbiamo preso l’iniziativa di scrivere alle Istituzioni che troverete nella lettera allegata, al Ministro Elsa Fornero , al Presidente Mario Monti, al presidente dell’INPS Mastrapasqua, e alle Commissioni Lavoro dei due rami del Parlamento, Camera e Senato, chiedendo di mettere giù le mani dai fondi pensioni dei lavoratori dello spettacolo che, potrebbero essere utilizzati - in considerazione del bilancio unico dell’INPS, a cui è stata affidata la gestione dell’Ex ENPALS – per foraggiare le già laute pensioni dei dipendenti dell’INPDAP, ente previdenziale pubblico accreditato di un buco d bilancio di circa 13 miliardi di euro, da prendere in “prestito” dal nostro fondo pensioni pari a circa 2 miliardi di euro di attivo.
Quello che non si dice da parte del Presidente dell'INPS che,  


CERTI PRESTITI GENERALMENTE SONO A PERDERE......O NO?


Siamo certi come sempre, che appena uscirà questa nota pubblica da parte nostra, ci sarà chi vorrà arrogarsi la paternità di fare o di voler fare o di aver fatto, non ci interessa, lanciamo l'appello a tutti perchè troppo seria la questione per tralasciarla a causa di capricci di parte, ciò che ci sta a cuore in questo momento è la mobilitazione di tutti i settori dello spettacolo, dalla musica al cinema, dal teatro al balletto, dello sport spettacolo professionistico e, chi più ne ha più ne metta, invitando a sostenere la comunicazione che abbiamo inviato alle Istituzioni per una convocazione urgente in audizione presso la Commissione Lavoro per rimettere mano IMMEDIATAMENTE alla PROPOSTA DI LEGGE che continua a fare avanti e indietro per le varie stanze. 

 

AUSPICHIAMO NUMEROSE PRESENZE ALL'AUDIZIONE NON APPENA SARA' CONFERMATA

E’ FONDAMENTALE CHE TUTTI LEGGANO IL CONTENUTO DELLA LETTERA CHE HO INVIATO ALLE ISTITUZIONI CLICCANDO QUESTO LINK E ADERISCANO CON UNA MAIL ALL'INDIRIZZO
info@assodeejay.it

CONSEGNEREMO LE MAIL DURANTE L'AUDIZIONE AL PRESIDENTE DELLA COMMISSIONE

 


Ho pubblicato anche la parte di audizione del Presidente dell'INPS in risposta alle domande dei parlamentari basta cliccare qui per ascoltarla si tratta di soli circa 7 minuti........

Da questo link invece è possibile rivedere tutto il filmato dell'audizione

La lettera ai Ministri e al Parlamento e scaricabile anche qui